Il Segreto di Un Sito di Successo

davide Taraborrelli

davide Taraborrelli

Secondo te, a cosa serve il tuo sito web?

Pensaci un attimo su.

 Se hai risposto:

“per presentare i miei servizi alle persone”

hai ragione.

Se hai risposto:

“per farmi trovare facendo una ricerca su Google”

non fa una grinza.

Se hai risposto:

“per aumentare la mia credibilità, accessibilità e consolidarmi come professionista nel mio campo”

hai di nuovo ragione.

Come puoi vedere, ci sono diverse ragioni per le quali avere un sito web è importante e ci sono migliaia di articoli sul web che ne sottolineano i vantaggi. Tuttavia la vera essenza di un sito non risiede in nessuna di queste ragioni.

Sorpreso? Non dovresti, perché la risposta la sai già.

Aiutino?

Ok, ripensa al momento in cui ha deciso di fare, o farti fare, il sito web.

Qual’era il tuo obiettivo?

L’hai fatto perché eri convinto che il sito ti avrebbe portato gente, no?

Ecco che arriva la cattiva notizia.

La maggior parte dei siti non è progettata per portare gente. Questo perché la maggior parte dei siti, oggi, sono dei siti vetrina.

Cos’è un sito vetrina?

È il classico sito che hanno le aziende, i negozi, i professionisti.

Un sito vetrina indica alle persone dove sei, chi sei, che orari fai, e via dicendo. Magari c’è il tuo portfolio, se sei un libero professionista. Tutte cose che servono, per carità, ma sono un agglomerato di informazioni, una vetrina, una finestrella della tua attività. Ma noi sappiamo che un business è un insieme di tante cose:

  • Il valore del tuo prodotto
  • La cura che metti nelle cose che fai
  • La cura che hai verso i tuoi clienti
  • Il modo in cui ti differenzi dalla competizione

Tutte cose che un sito web classico non comunica. Ed è esattamente questo il limite di un sito web classico. Un limite che ti fa perdere persone che sarebbero potuti diventare clienti paganti.

Mettiamola in un altro modo.

Immagina di essere un negoziante.

Ora immagina la tua vetrina sulla strada, è bellissima. Ci sono i colori dell’autunno, delle pigne, delle castagne e delle foglie ingiallite di vite. Eh si l’hai allestita proprio bene. Ora, guarda, ci sono delle persone li fuori. Stanno guardando la tua vetrina. Gli piace. E come dargli torto, è stupenda. Ma—aspettate! Dove andate, non entrate?

Troppo tardi. Sono andati via. Hanno visto la tua bella vetrina. Gli è piaciuta si, ma un fugace sguardo è tutto quello che ti hanno concesso; se ne sono andati, lasciandoti senza nulla in mano.

Deluso?

Ci scommetto.

Ora, lo so che l’esempio magari è un po’ fuori le righe, ma voglio sollevare un punto molto importante.

E cioè che la stessa cosa che accade nella storiella, accade al tuo sito web. Le persone semplicemente ci vanno, danno un’occhiata alla storia della tua azienda, alle foto, alla biografia e—meh, vabbè ma che mi frega—se ne vanno senza lasciarti nulla in mano.

  • Ti sembra questo un sito che può portare clienti?
  • Ti sembra questo un sito che può attirare gente?
  • Ti sembra questo un sito che contribuisce ad aumentare le vendite?

No.

Quello che è importante capire è che il tuo sito web è il tuo venditore online, sei tu stesso online, non è la tua vetrina. E—proprio come faresti tu nella vita reale—deve convincere le persone che lo visitano a comprare da te.

In altre parole, un sito web esiste per un unico motivo: convertire.

E non sto parlando di nessuna pratica esoterica del XIV secolo. Mi dispiace miei cari occultisti, circolare.

Che diamine è la conversione?

Considera che la conversione di un sito web è uno dei fattori più importanti nel determinare il successo di una strategia di marketing online (e offline) e il raggiungimento dei propri obiettivi.

Conversione significa praticamente convincere i visitatori a fare ciò che vogliamo noi.

Per i più precisi, ecco la definizione ufficiale: la conversione, nel marketing, è una tattica che incoraggia il cliente ad eseguire una determinata azione. 

Chiaro?

Aspetta, questo punto è così importante che lo dirò di nuovo: la conversione è una tattica che incoraggia il cliente ad eseguire una determinata azione.

Quindi?

Lo scopo di un sito web è quello di convertire i visitatori in potenziali clienti. Se non lo fa è un sito soprammobile, ovvero: uno spreco di denaro.

Ma cosa vuol dire in pratica?

Beh, su un sito web la conversione si traduce nelle più disparate azioni:

  • comprare un prodotto se si tratta di un eCommerce
  • iscriversi alla newsletter
  • registrarsi per un webinar
  • scaricare uno sfondo per il desktop
  • chiamare un numero di telefono
  • compilare una form

Tutte azioni con lo scopo di portarti potenziali clienti.

Il successo misurabile: il tasso di conversione

La cosa più interessante è che la conversione si può misurare.

Che vuol dire?

Vuol dire che possiamo definire con precisione quanto successo sta avendo il nostro sito internet.

Il dato che esprime questo successo è chiamato tasso di conversione, cioè la percentuale di utenti che hanno intrapreso un’azione desiderata—quello che ci interessa.

Come si misura il tasso di conversione?

Facile!

Per prima cosa dobbiamo definire il nostro punto di conversione, cioè l’azione desiderata che i nostri visitatori devono compiere—come un acquisto, un contatto, ecc.

Poi dobbiamo raccogliere i dati generati dal sito dal nostro programma di web analytics (come per esempio Google Analytics) riguardo al traffico e alle leads generate.

Infine bisogna dividere il punto di conversione per il traffico e moltiplicare il risultato per 100.

Ok, a questo punto forse ti starai chiedendo:

“Ma, in pratica, a me a che mi serve sapere tutte queste cose?”

Molto semplicemente, ora sai qual è la differenza tra un sito vetrina-soprammobile-spreco di denaro e un sito di successo.

E qual è un sito di successo?

Un sito di successo è un sito che converte. Punto.

Quindi, come dobbiamo comportarci per curare al meglio la nostra presenza online?

La risposta è creare un’esperienza utente per ottimizzare la conversione.

Ma, ma, ma, ma, ma come si fa ad ottimizzare la conversione?

Sono felice che tu me l’abbia chiesto.

In questo articolo scoprirai cosa fare per aumentare il Tasso di Conversione.

SCRIVI QUI I TUOI COMMENTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *